cultura, politica, tecnologie, economia, lavoro, scienze, società Il voto di fiducia è un venticello di fascismo mascherato | BONFICOMARCO | blogpdnetwork
.
Annunci online

SOSTENIBILITA' SISTEMA PAESE

18 luglio 2010
Il voto di fiducia è un venticello di fascismo mascherato

IL VOTO DI FIDUCIA E' UN VENTICELLO

DI FASCISMO MASCHERATO


Per comprendere il motivo dell'affermazione sopra espressa bisogna definire la complessità del D.L. n. 78/2010 in fase di approvazione.


Avendo definito il voto di fiducia come unica fonte governativa in grado di esprimere il programma concordato tra soggetti plurimi portatori di interessi non comuni, viene a definirsi il quadro complessivo di un proponimento di soverchiare le modifiche che potrebbero essere poste da un parlamento sovrano della rappresentanza collettiva.


A parte l'ICI che è stata tolta ai ricchi e spalmata a carico dei poveri contribuenti che pagano il dovuto e non evadono circa 270 miliardi di euro, l'esempio è dato dal condono fiscale mascherato che ha portato l'evasione esistente da circa 120 miliardi all'attuale e dal 17,2% al 17,5% complessivi suddivisi tra 9,2 miliardi nell'agricoltura, 52,9 nell'industriale ed infine di 213 nel terziario.


Ora parliamo di un tema che tocca tutti coloro che ambiscono ad una pensione, scordatevela in quanto nascosta tra i commi non modificabili vi è la certezza matematica che l'ISTAT stabilirà la speranza di vita e dal 2015 sarà applicata ai lavoratori con 40 anni di contribuzione e quindi addio alla pensione, ma dove va un governo senza mani, naturalmente anche il minimo dovrà essere raggiunto non si sa quando ne come visto i tempi che corrono e il lavoro precario garantito.


Le braccia devono ritornare all'agricoltura in quanto il pensare ai diritti e al guadagno è compito di pochi, lavorare e morire prima del giusto riposo è un dovere della collettività.


Naturalmente Bankitalia si è garantita con una buonuscita di circa 400.000 euro corrispondenti a circa 6 anni di pensione anticipata (dirigenti) più benefici vari anche ai funzionari.


Inoltre il costo di collaborazione della Lega alle proposte di governo su altri problemi viene a quantificarsi in circa 4,407 miliardi di euro versati a Bruxelles per le quote latte evase di cui 1,870 miliardi già pagati da noi e altri 2,168 versati e se passa questa legge non più restituibili, quindi a nostro carico (altro che finanziaria lacrime e sangue), chi promette ruberie come ha fatto Bossi & C. è premiato.


Guardatevi intorno.


Basiano 18 luglio 2010


Marco Bonfico


sfoglia giugno        agosto